Seguici sui Social

Cronaca

Don Livio Graziano: condannato a 8 anni per abusi su 13enne

Pubblicato

il

Don Livio Graziano: condannato a 8 anni per abusi su 13enne

Le Parole di Don Livio Graziano Dopo la Condanna Definitiva a 8 Anni per Abusi Sessuali su un Ragazzino di 13 Anni

Don Livio Graziano, sacerdote di Avellino, è stato condannato definitivamente a otto anni di reclusione per abusi sessuali su un ragazzo di 13 anni. Dopo la sentenza, Don Livio ha rilasciato una dichiarazione in cui esprime la sua rassegnazione, pur ribadendo la propria innocenza.

Il Cuore della Condanna

La condanna a Don Livio Graziano è stata confermata dopo un lungo processo giudiziario. Il sacerdote è stato accusato di aver molestato sessualmente un adolescente che frequentava la sua parrocchia. Le prove raccolte contro di lui sono risultate schiaccianti, portando alla sentenza definitiva da parte della Corte.

Le Dichiarazioni di Don Livio

Nonostante la sentenza, Don Livio Graziano ha sostenuto fermamente la propria innocenza. In un’intervista rilasciata dopo il verdetto, il prete ha dichiarato: "Mi rassegno a questa decisione, ma sono innocente. Non ho mai fatto del male a nessuno, e continuerò a combattere per dimostrare la mia innocenza."

Un Caso che Ha Sconvolto la Comunità

Il caso di Don Livio Graziano ha suscitato grande scalpore e indignazione nella comunità di Avellino. Molti fedeli, che avevano riposto fiducia nel sacerdote, si sono sentiti traditi e sconvolti dalle accuse. Il caso ha anche sollevato domande più ampie sull’operato della Chiesa e sulla protezione dei minori nelle istituzioni religiose.

Le Reazioni della Chiesa

La Chiesa Cattolica ha preso posizione dopo la condanna definitiva di Don Livio Graziano. Il vescovo locale ha dichiarato che la diocesi è profondamente addolorata per l’accaduto e che saranno adottate misure rigorose per garantire la sicurezza dei minori. È stata annunciata anche un’indagine interna per capire come sia stato possibile che un caso di tale gravità sia rimasto inosservato per tanto tempo.

Conclusione

La condanna di Don Livio Graziano rappresenta una pagina oscura per la comunità di Avellino e per la Chiesa Cattolica in generale. Nonostante le dichiarazioni di innocenza del sacerdote, la sentenza ha messo in luce la necessità di maggiore vigilanza e trasparenza nelle istituzioni religiose. Questo caso sottolinea ancora una volta l’importanza di proteggere i minori e di affrontare con rigore tutte le accuse di abuso.

Continua a leggere

Fonte

Cronaca

Napoli: arrestato ladro solitario che si fingeva addetto alle pulizie, colpiva tra Chiaia e Centro storico.

Pubblicato

il

Napoli: arrestato ladro solitario che si fingeva addetto alle pulizie, colpiva tra Chiaia e Centro storico.

Ladro solitario arrestato a Napoli

Un uomo di 45 anni è stato arrestato a Napoli con l’accusa di aver commesso 19 furti aggravati tra ottobre 2022 e marzo 2024. Si fingeva addetto alle pulizie per entrare indisturbato in banche e studi legali.

L’uomo, identificato come I.P., si introduceva furtivamente in filiali di istituti di credito e studi legali nel quartiere Chiaia e nel Centro Storico, utilizzando strumenti del mestiere per causare il malfunzionamento dei servizi igienici e rubare durante la confusione.

Con i suoi colpi, è riuscito a rubare 16 smartphone, 700 euro in contanti e 3 pc aziendali. L’indagine coordinata dalla Procura e condotta dai Carabinieri ha portato all’arresto dell’uomo, attualmente in custodia cautelare in carcere.

Impegno delle forze dell’ordine per garantire sicurezza

L’operazione dei Carabinieri rappresenta un duro colpo alla microcriminalità che colpisce le attività commerciali nel centro cittadino. L’impegno delle forze dell’ordine è volto a garantire la sicurezza dei cittadini e a contrastare ogni forma di illegalità.

L’uomo è indagato a piede libero e presumibilmente innocente fino a sentenza definitiva. Questo arresto dimostra che le autorità locali sono determinate a contrastare i crimini e a proteggere la comunità da individui malintenzionati.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Uomo trovato morto a Napoli con segni di soffocamento: indagine aperta

Pubblicato

il

Uomo trovato morto a Napoli con segni di soffocamento: indagine aperta

La Procura apre un’indagine sulla morte di un 59enne a Napoli

La Procura di Napoli ha avviato un’indagine sulla morte sospetta di un uomo di 59 anni trovato senza vita nella sua abitazione nel quartiere San Carlo all’Arena. Il cadavere presentava segni di soffocamento, il che lascia ipotizzare un omicidio.

Possibile omicidio nella città di Napoli

La scoperta del cadavere del 59enne ha scosso la comunità locale, sollevando preoccupazioni sulla sicurezza e portando le autorità a prendere seri provvedimenti. Le indagini sono in corso per fare luce sulla dinamica di questo tragico evento.

Appello alla cittadinanza per fornire informazioni utili

La polizia invita chiunque abbia notizie che possano aiutare nelle indagini a contattare le autorità competenti. Ogni dettaglio potrebbe essere cruciale per risolvere questo caso e portare i responsabili di questa violenta morte alla giustizia.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Fine dell’amore tra Geolier e Valeria D’Agostino: lui vuole solo una ragazza napoletana.

Pubblicato

il

Fine dell’amore tra Geolier e Valeria D’Agostino: lui vuole solo una ragazza napoletana.

Geolier e Valeria D’Agostino: amore finito

È ufficiale: la storia tra il cantante Geolier e la modella Valeria D’Agostino è giunta al termine. La conferma arriva direttamente da Geolier in un’intervista a “Esse Magazine”, dove ha confessato la fine della loro relazione durata due anni.

“L’amore è sempre stato presente nella mia vita, e questo lo ritrovi anche nel mio disco, perché è quello che ho vissuto… la rottura”, ha affermato Geolier. “È stato un periodo difficile, ero abituato a vivere in quel modo da sempre”.

Sul futuro sentimentale, ha aggiunto: “Si può amare una sola persona nella vita, ma non è che poi non ami più. Ami in modo diverso. Per il momento non cerco quel tipo di attenzioni, anzi mi danno quasi fastidio, ma credo che non potrei stare con una ragazza che non sia di Napoli. Le ragazze di Napoli mi piacciono perché sono passionali, amano nel mio stesso modo”.

Le reazioni di Valeria D’Agostino e le voci sulla rottura

La modella, conosciuta sui social come VD’A, ha scelto per il momento di mantenere un profilo basso. Da tempo circolavano rumors sulla fine della loro relazione, alimentati anche da ipotetici flirt del rapper con l’attrice Maria Esposito.

In passato, Geolier aveva smentito queste voci, chiarendo che con Maria Esposito, la famosa Rosa Ricci di “Mare Fuori”, c’era soltanto un’amicizia.

Maria Chiara Del Gaudio

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Incendio tra Aversa e Giugliano, fumo visibile a Napoli

Pubblicato

il

Incendio tra Aversa e Giugliano, fumo visibile a Napoli

Incendio in viale Europa

Un incendio ha fatto scoppiare un deposito di materiale edile in viale Europa, tra Aversa e Giugliano in Campania. Sul posto si sono immediatamente recate 4 squadre dei vigili del fuoco provenienti da Napoli e Caserta per fronteggiare le fiamme.

La lotta contro le fiamme

Le squadre dei vigili del fuoco hanno lavorato duramente per domare l’incendio e evitare che si propagasse ad altre strutture. Anche a causa del materiale altamente infiammabile presente nel deposito, le operazioni di spegnimento sono state complesse e richiedono tempo.

La situazione attuale

Al momento non si hanno notizie di feriti o danni a persone, ma l’entità dei danni materiali al deposito di materiale edile è ancora da quantificare. Le autorità stanno investigando sulle cause dell’incendio e su eventuali responsabilità legate all’accaduto.

Per ulteriori aggiornamenti su questa notizia in continuo sviluppo, puoi seguire il link all’articolo originale qui: Continua a leggere

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Visita Istituto Eastwest alla Metropolitana di Napoli Municipio

Pubblicato

il

Visita Istituto Eastwest alla Metropolitana di Napoli Municipio

Visita istituzionale alla stazione Municipio di Napoli

Oggi, l’Istituto Eastwest ha effettuato una visita istituzionale alla stazione Municipio della linea 1 della metropolitana di Napoli, su invito del presidente di Metropolitana di Napoli S.p.A., Paolo Carbone. All’incontro hanno preso parte ospiti e membri del comitato scientifico dell’Istituto di geopolitica e consulenza alle imprese sui mercati internazionali.

Gli ospiti hanno avuto l’opportunità di partecipare a un tour guidato del cantiere, dove sono attualmente in corso i lavori di sistemazione dei resti archeologici scoperti nella zona. Un’attenzione particolare è stata rivolta ai risultati ottenuti per preservare e valorizzare la straordinaria stratificazione storica emersa durante gli scavi.

“Realizzare infrastrutture in presenza di siti archeologici è una delle nostre competenze più significative. Nella stazione Municipio sarà presto possibile compiere un viaggio nella memoria della città, che va dall’epoca ellenistica all’epoca medievale, passando per la Napoli Romana e quella Aragonese. È un percorso emozionante che dimostra come Metropolitana di Napoli abbia saputo tradurre il ritrovamento di importanti testimonianze del passato in soluzioni progettuali che, dopo averne garantito il restauro, le restituiscono al presente nella loro inedita bellezza,” ha sottolineato il prof. Paolo Carbone, presidente di Metropolitana di Napoli S.p.A.

Analisi degli scenari internazionali durante il lunch bimestrale di Eastwest

Durante la visita, il CEO di Eastwest, Giuseppe Scognamiglio, ha evidenziato l’importanza dell’evento, che si è svolto in concomitanza con il consueto lunch bimestrale organizzato per riunire imprese e istituzioni al fine di analizzare gli scenari internazionali.

“Oggi abbiamo l’occasione di analizzare i risultati delle elezioni europee e la capacità dell’Europa di tornare protagonista delle relazioni internazionali, in un contesto di conflitti sempre più vicini ai nostri confini. Abbiamo invitato il governatore Vincenzo De Luca e il sindaco Gaetano Manfredi a confrontarsi con gli imprenditori che desiderano espandersi sui mercati internazionali, per creare sinergie e condividere strategie. Questo è il valore che una rete internazionale di consulenza come la nostra può offrire alle aziende italiane in questo momento di grandi cambiamenti degli equilibri globali,” ha dichiarato Scognamiglio.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Confessione di Mangiacapre: Ho ucciso i fratelli Marrandino per lite su viabilità.

Pubblicato

il

Confessione di Mangiacapre: Ho ucciso i fratelli Marrandino per lite su viabilità.

Il sospetto per l’omicidio dei fratelli Marco e Claudio Marrandino ha confessato: il tragico episodio sarebbe avvenuto durante una lite, ma il motivo rimane ancora al centro delle indagini.

Omicidio dei fratelli Marrandino: il sospetto confessa

Secondo quanto emerso, l’uomo avrebbe sparato ai due fratelli durante un alterco, ma le motivazioni che lo hanno spinto a compiere un gesto così estremo sono ancora oggetto di approfondimento da parte degli investigatori.

Il crimine ha scosso la comunità e la famiglia delle vittime, lasciando tutti attoniti di fronte a tanta violenza. Le autorità stanno lavorando per fare piena luce sulla vicenda e assicurare il responsabile alla giustizia.

Per ulteriori dettagli sull’omicidio dei fratelli Marco e Claudio Marrandino e sulle ultime novità legate al caso, è possibile continuare a leggere l’articolo completo tramite il seguente link: Continua a leggere

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Petizione contro B&B per affitti turistici eccessivi a Napoli

Pubblicato

il

Petizione contro B&B per affitti turistici eccessivi a Napoli

La petizione contro gli affitti turistici a Napoli

Una petizione popolare è stata presentata oggi a Napoli, di fronte al Consiglio comunale, con l’obiettivo di fermare gli affitti turistici e garantire il diritto alla casa per famiglie, precari e studenti. L’attivista Alfonso De Vito ha spiegato che la petizione chiede al Comune di adottare un processo controllato e stabilire limiti massimi per l’autorizzazione dei B&B.

I promotori della petizione hanno evidenziato l’importanza di adottare provvedimenti simili a quelli già in atto in altre città italiane ed europee, sottolineando la necessità di bloccare l’apertura di nuovi B&B nella zona A e nell’area Unesco, dove tali strutture stanno aumentando. Inoltre, è stata richiesta l’interruzione della vendita del patrimonio pubblico per riqualificarlo a fini residenziali.

Le critiche alla politica abitativa

Chiara Capretti, rappresentante della Campagna Resta Abitante, ha espresso critiche al documento dell’amministrazione che era in votazione in Consiglio Comunale. Ha dichiarato che il documento era troppo vago e ambiguo, evidenziando il rischio che si intervenga solo su casi particolari come i bassi, senza affrontare il problema in modo più ampio. Capretti ha sottolineato che l’amministrazione deve fare di più per contrastare l’espulsione degli abitanti dal centro storico e deve evitare la nuova edificazione privata a Napoli Est.

I promotori della petizione hanno annunciato la creazione di punti di raccolta firme in varie zone della città, che saranno indicati tramite manifesti affissi per le strade. L’obiettivo è quello di raccogliere diecimila firme per sostenere la richiesta di regolamentazione degli affitti turistici a Napoli. Hanno sottolineato di non essere contrari al turismo, ma di voler garantire una turistificazione limitata e con adeguate protezioni sociali.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Incendio a Napoli: fiamme Camaldoli, Fuorigrotta e cenere in città

Pubblicato

il

Incendio a Napoli: fiamme Camaldoli, Fuorigrotta e cenere in città

Un violento incendio ha colpito la collina dei Camaldoli, causando un blackout a Fuorigrotta per un’intera ora. La zona interessata è situata sopra la periferia di Soccavo e Pianura, mettendo a rischio diverse abitazioni. Sul luogo dell’emergenza sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno impiegato anche elicotteri per contrastare le fiamme.

La grave situazione

Le fiamme hanno rapidamente avvolto la collina dei Camaldoli, diffondendosi in maniera rapida e minacciando le case circostanti. Il violento incendio ha causato un’imponente nuvola di fumo nero che si è alzata nel cielo, mettendo in allarme i residenti della zona e i soccorritori.

Intervento immediato

I vigili del fuoco sono giunti tempestivamente sul posto per fronteggiare l’emergenza. L’utilizzo degli elicotteri ha permesso di raggiungere anche le zone più impervie e di contenere l’avanzata delle fiamme. Nonostante la tempestività dell’intervento, il rischio per le abitazioni rimane alto.

Prosegue l’opera di spegnimento

Le operazioni di spegnimento dell’incendio sono ancora in corso, con i vigili del fuoco impegnati nel contenere e circoscrivere le fiamme. La situazione rimane critica e monitorata costantemente, per evitare che l’incendio possa estendersi ulteriormente e causare danni irreparabili.

Appello alla prudenza

Le autorità locali hanno lanciato un appello alla prudenza, invitando i cittadini a prestare massima attenzione e a seguire le indicazioni dei soccorritori. Sono in corso indagini per accertare le cause dell’incendio e per individuare eventuali responsabilità nella gestione dell’emergenza.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Castellammare mare ritorna a essere balneabile grazie a interventi in Via De Gasperi

Pubblicato

il

Castellammare mare ritorna a essere balneabile grazie a interventi in Via De Gasperi

Ritorno alla balneabilità a Castellammare mare

Il Sindaco Vicinanza ha revocato il divieto di balneazione e annunciato una massiccia pulizia del litorale.

Finalmente buone notizie per gli abitanti di Castellammare: il tratto di costa di Via De Gasperi è di nuovo balneabile! Il Sindaco Luigi Vicinanza ha firmato l’ordinanza che revoca il divieto, in seguito alle analisi positive effettuate dalle autorità competenti che hanno confermato il ritorno entro i limiti di sicurezza dei parametri di qualità dell’acqua.

“Restituiamo il mare alla città”

Dichiara il Sindaco Vicinanza: “Un tratto di spiaggia lungo quasi 400 metri torna fruibile dai cittadini dopo un lungo periodo di divieto. Un passo importante verso il pieno recupero del nostro litorale”.

Un’operazione storica e un risarcimento per la città

L’operazione, come sottolinea Vicinanza, rappresenta “un’operazione storica, che deve anche essere un risarcimento per tanti abitanti che per troppo tempo non hanno potuto godere del proprio mare”.

Contestualmente alla revoca del divieto, Velia Ambiente, la società che gestisce i servizi ambientali in città, ha avviato un intervento di pulizia massiva che interesserà tutto il litorale cittadino.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Arrestato 28enne per tre rapine Autogrill a Torre Annunziata

Pubblicato

il

Arrestato 28enne per tre rapine Autogrill a Torre Annunziata

Un 28enne è stato arrestato per tre rapine nell’Autogrill di Torre Annunziata Ovest, sull’Autostrada A3 Napoli-Salerno. La polizia lo ha riconosciuto come responsabile dei crimini commessi in poco tempo.

Rapinava sempre lo stesso Autogrill a Torre Annunziata

L’uomo, già detenuto per un altro reato, ha compiuto tre colpi nell’area di servizio per poi essere arrestato dalle forze dell’ordine. La sua azione è stata coordinata e mirata, mettendo in pericolo la sicurezza del personale e dei clienti presenti nell’Autogrill.

Le indagini e l’arresto del 28enne

Dopo le segnalazioni delle vittime e le testimonianze raccolte, la polizia è riuscita a identificare e arrestare il responsabile delle rapine. L’uomo sarà processato per i reati commessi e dovrà rispondere delle sue azioni davanti alla giustizia.

La sicurezza nei luoghi pubblici

Questo episodio sottolinea l’importanza di garantire la sicurezza nei luoghi pubblici, come le aree di servizio lungo le autostrade. Le autorità devono vigilare costantemente per prevenire atti criminali e proteggere i cittadini da potenziali pericoli.

Continua a leggere su Fanpage Napoli per rimanere aggiornato su questa e altre notizie della cronaca locale.

Fonte

Continua a leggere

Trending