Seguici sui Social

Cronaca

Armi da guerra sequestrate a Napoli: fucili, mitra, pistole e pugnali ravvivano arsenal.

Pubblicato

il

Armi da guerra sequestrate a Napoli: fucili, mitra, pistole e pugnali ravvivano arsenal.

Il recente arresto di un uomo di 33 anni a Marano, nella provincia di Napoli, ha portato alla luce un vero e proprio arsenale da guerra nascosto nel suo appartamento. I carabinieri della Sezione Operativa di Pozzuoli hanno eseguito una perquisizione nell’abitazione dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, e hanno scoperto diverse armi, la maggior parte delle quali interrate in giardino.

Tra le armi sequestrate c’erano due pistole modificate e con la matricola abrasa, un mitragliatore uzi calibro 9, un fucile a pompa calibro 12, uno monocanna ad avancarica e 6 pugnali da guerra. Dopo le operazioni, il 33enne è stato arrestato e messo ai domiciliari in attesa di giudizio.

I controlli dei carabinieri di Pozzuoli non si sono limitati solo a Marano, ma hanno coinvolto anche un appartamento a Quarto, dove un 23enne è stato denunciato per detenzione di droga ai fini di spaccio. Nell’abitazione del giovane sono stati trovati 10 grammi di hashish e 3 grammi di marijuana, mentre poco distante è stata rinvenuta una Beretta calibro 9 con la matricola abrasa, su cui verranno condotti accertamenti balistici.

Fonte

Cronaca

Picchia la ragazza e le taglia i capelli: “Perché ti scambino per un uomo e non ti guardino”

Pubblicato

il

Picchia la ragazza e le taglia i capelli: “Perché ti scambino per un uomo e non ti guardino”

Un giovane di 21 anni di Angri (Salerno) è stato portato a processo per aver tormentato la sua fidanzata per otto mesi a causa di una gelosia morbosa. La ragazza ha dovuto denunciarlo per porre fine alle sue azioni.

### La gelosia morbosa del giovane di Angri

Il 21enne di Angri è stato accusato di aver tormentato la sua fidanzata a causa di una gelosia eccessiva che lo ha portato a compiere atti violenti nei suoi confronti. La ragazza, stremata da mesi di soprusi, ha finalmente deciso di denunciare il suo aguzzino per porre fine alla situazione.

### Gli atti violenti del giovane

Secondo quanto emerso durante il processo, il giovane aveva picchiato la sua fidanzata e addirittura le aveva tagliato i capelli nella speranza di trasformarla in un “maschio” e evitare che altri uomini potessero guardarla. Questi atti sono stati considerati gravissimi e hanno portato alla denuncia da parte della ragazza.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Sant’Anastasia: due rapine in una settimana, supermercato rischia chiusura

Pubblicato

il

Sant’Anastasia: due rapine in una settimana, supermercato rischia chiusura

Rapine nei supermercati di Sant’Anastasia: rischio chiusura per il Eurospar Calce

Nell’ultima settimana, i supermercati del centro commerciale Eurospar Calce di Sant’Anastasia, in provincia di Napoli, hanno subito due rapine, causando un danno stimato di circa 150 mila euro. Nonostante siano attivi da circa 60 anni, ora rischiano di dover chiudere i battenti. La notizia è stata resa pubblica dal deputato dell’Alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli che ha diffuso anche il video dei due furti.

La difesa notturna del titolare Gennaro

Il titolare, Gennaro, come riportato nella nota di Borrelli, è costretto a passare le notti nei locali del supermercato su una sedia per difendere il proprio negozio da possibili attacchi. I criminali, sempre più audaci e astuti, sono riusciti addirittura a sabotare il sistema di sicurezza, causando fuoriuscite di liquidi quando manipolano le casse.

Appello per la tutela e la sicurezza

Gennaro ha espresso il suo disappunto, dichiarando che desidera solamente essere tutelato dallo Stato e avere la possibilità di continuare a investire e a lavorare. In caso contrario, sarebbe costretto a licenziare ben 25 famiglie e abbandonare il luogo in cui sono nati e hanno investito.

L’appello per ripristinare la sicurezza

Il comunicato sottolinea la necessità di porre una domanda fondamentale: è giusto che i commercianti e gli imprenditori debbano rimanere sul posto di lavoro anche dopo la chiusura per difendere autonomamente le loro attività, rischiando addirittura la propria incolumità, mentre i rapinatori operano indisturbati? Certi territori sembrano completamente sfuggire al controllo delle autorità. Nonostante le promesse del Ministro competente di incrementare il numero di agenti sul territorio, ciò non è mai avvenuto. In particolare, in quest’area, molti commercianti hanno subito rapine e furti ripetuti negli ultimi mesi, creando una situazione insostenibile.

Il supporto del deputato Borrelli

Borrelli esorta a compiere sforzi concreti per ripristinare la sicurezza, fornendo alle forze dell’ordine più risorse umane e mezzi necessari. Questo è ciò che chiedono i cittadini e i commercianti, ormai esasperati. Il deputato assicura il suo pieno sostegno in questa battaglia per la legalità.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Colpi da 150mila euro al supermarket, proprietario: “Disperato, vivo tra gli scaffali”

Pubblicato

il

Colpi da 150mila euro al supermarket, proprietario: “Disperato, vivo tra gli scaffali”

Il supermercato Eurospar Calce di Sant’Anastasia rischia la chiusura dopo due furti in una settimana. Il proprietario, intervistato da Fanpage.it, esprime la sua disperazione: “Siamo allo stremo, chiedo solo maggiore sicurezza per poter lavorare serenamente. A 32 anni e dopo aver sempre pagato le tasse, non è giusto dover affrontare queste difficoltà”.

### Escalation di furti

L’Eurospar Calce di Sant’Anastasia ha subito due furti in una sola settimana, che hanno causato danni per un valore di 150.000 euro. Questa situazione ha portato il proprietario del supermercato sull’orlo della chiusura, con ripercussioni non solo economiche ma anche emotive.

### Appello per maggiori misure di sicurezza

Il proprietario del supermercato ha espresso la sua richiesta di maggiore sicurezza per poter continuare a operare senza timore di nuovi furti. Dopo aver contribuito alla società pagando regolarmente le tasse, si sente tradito dal fatto di non poter svolgere la propria attività in tranquillità.

Per ulteriori dettagli sulla vicenda e per capire come sostenere il supermercato Eurospar Calce di Sant’Anastasia in questo momento di difficoltà, è possibile continuare a leggere l’articolo completo su Fanpage.it.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Tassisti Napoli chiedono un piano traffico serio

Pubblicato

il

Tassisti Napoli chiedono un piano traffico serio

Tassisti di Napoli chiedono interventi per un piano traffico efficace

L’associazione dei tassisti di base di Napoli ha inviato un appello al Comune per chiedere un piano traffico più efficace e duraturo. Nella lettera inviata ai vertici dell’amministrazione, si sottolinea l’importanza di adottare misure che permettano una circolazione più fluida, specialmente in vista delle festività del 25 aprile e del primo maggio.

Situazione critica per il settore dei taxi

Il settore dei taxi a Napoli si trova in una situazione di grande difficoltà a causa della congestione del traffico cittadino. Gli operatori chiedono interventi mirati da parte delle autorità locali al fine di garantire una viabilità più efficiente e sostenibile nel tempo. La mancanza di un piano del traffico adeguato sta avendo ripercussioni negative sia sull’utenza che sugli stessi tassisti, che faticano a far fronte ai costi operativi delle proprie autovetture.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Intervento cuore aperto inutile: ospedale risarcisce paziente con 45mila

Pubblicato

il

Intervento cuore aperto inutile: ospedale risarcisce paziente con 45mila

A Avellino, l’ospedale Moscati ha accettato di risarcire un paziente con 45mila euro per un intervento giudicato “inutile” da un perito del Tribunale.

### L’intervento “inutile” e il risarcimento

Il paziente ha subito un intervento al cuore che è stato successivamente considerato non necessario da un perito legale. L’ospedale Moscati ha deciso di risarcire il paziente con una somma di 45mila euro come compensazione per l’errore commesso.

### La decisione dell’ospedale

L’ospedale Moscati ha riconosciuto l’errore commesso e ha concordato il risarcimento con il paziente. La decisione di compensare il paziente con una somma importante denota la responsabilità dell’ospedale nel caso in questione.

Continua a leggere su [Fanpage](https://www.fanpage.it/napoli/intervento-a-cuore-aperto-fu-inutile-lospedale-risarcisce-con-45mila-un-paziente/)

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Arzano, tre denunciati e sanzionati per abbandono rifiuti

Pubblicato

il

Arzano, tre denunciati e sanzionati per abbandono rifiuti

Attività di contrasto all’abbandono di rifiuti

La polizia locale di Arzano prosegue con determinazione nel contrastare il fenomeno del “sacchetto selvaggio” sul territorio. Gli agenti hanno individuato diversi trasgressori, principalmente condomini nel centro storico, che sono stati sanzionati per l’abbandono incontrollato dei rifiuti e che hanno prontamente saldato le multe emesse.

Accertamenti e denunce

In due casi, sono state riscontrate condotte ancora più gravi, poiché diversi utenti avevano conferito rifiuti ingombranti e speciali. Tre di loro sono stati denunciati e segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord per le relative violazioni.

Occupazione abusiva del suolo pubblico

Durante le operazioni condotte dal comandante Biagio Chiariello, è emerso che alcuni commercianti stavano occupando abusivamente il suolo pubblico, esponendo materiali e merce in violazione del regolamento e del codice della strada. A costoro è stata fatta un’intimazione affinché ripristinassero lo stato dei luoghi conformemente all’articolo 20 del codice della strada.

Arzano. Continua il contrasto al “sacchetto selvaggio” da parte della polizia locale.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia a Suviana: Vincenzo Garzillo tra i morti. Dolore a Pianura per la perdita della famiglia.

Pubblicato

il

Tragedia a Suviana: Vincenzo Garzillo tra i morti. Dolore a Pianura per la perdita della famiglia.

L’ultimo lavoratore disperso a Suviana è stato recuperato senza vita, si tratta del consulente di impiantistica napoletano Vincenzo Garzillo, 68 anni. La notizia ha generato un profondo dolore tra i familiari e la comunità.

### Vincenzo Garzillo: una vita dedicata al lavoro

Vincenzo Garzillo era un esperto consulente nel settore dell’impiantistica, con una lunga carriera alle spalle. La sua competenza e la sua passione per il lavoro lo hanno sempre contraddistinto, rendendolo un punto di riferimento per colleghi e collaboratori.

### Il triste epilogo di una tragedia annunciata

La morte di Vincenzo Garzillo rappresenta il triste epilogo di una tragedia che ha sconvolto l’intera comunità di Suviana. I lavoratori dispersi sono stati vittime di un incidente drammatico, che ha causato un profondo cordoglio e ha scosso le coscienze di tutti.

### L’eredità di Vincenzo Garzillo

Vincenzo Garzillo lascia un vuoto incolmabile nella comunità e nel settore dell’impiantistica. La sua professionalità, la sua dedizione al lavoro e la sua umanità resteranno per sempre nei cuori di coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di lavorare con lui.

Continua a leggere l’articolo per scoprire ulteriori dettagli sulla tragedia di Suviana e sull’impegno di Vincenzo Garzillo nel suo lavoro.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Aggressione sulla Domitiana: tre ragazzi si autodenunciano per il fatto

Pubblicato

il

Aggressione sulla Domitiana: tre ragazzi si autodenunciano per il fatto

La violenta aggressione sulla Domitiana

Tre giovani coinvolti in un’aggressione violenta sulla Domitiana hanno deciso di presentarsi spontaneamente alla Polizia Stradale di Fuorigrotta. L’episodio ha ottenuto grande visibilità sui social media, diventando virale in poco tempo.

Le motivazioni dell’aggressione

Accompagnati dai loro avvocati, i tre ragazzi hanno deciso di spiegare le motivazioni dietro l’aggressione. Sebbene abbiano ammesso di aver compiuto l’azione violenta, hanno sottolineato di non aver riconosciuto l’agente della Municipale coinvolto, a causa del suo mancato adeguato riconoscimento di essere un poliziotto.

Le conseguenze dell’alterco

Quello che era inizialmente un alterco relativo a una questione di viabilità, si è trasformato in un’aggressione violenta in cui la vittima è stata circondata e picchiata brutalmente, lasciata a terra gravemente ferita.

Indagini in corso

Identificati anche grazie alle riprese diffuse sui social, gli aggressori potrebbero essere coinvolti in reati che vanno dalle lesioni aggravate al tentato omicidio. L’iscrizione nel registro degli indagati potrebbe coinvolgere diversi soggetti legati a famiglie camorristiche con precedenti penali. Mentre le indagini continuano, l’eventuale coinvolgimento di altri soggetti nell’aggressione potrebbe portare a ulteriori sviluppi nel caso.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

50enne arrestato a Napoli, pusher sorpreso sotto casa

Pubblicato

il

50enne arrestato a Napoli, pusher sorpreso sotto casa

Operazione antidroga nel quartiere San Lorenzo condotta dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia Napoli Stella

Le forze dell’ordine hanno arrestato Adriano Urzini, 50enne già noto alle autorità, dopo un lungo servizio di appostamento nel quartiere San Lorenzo. L’uomo è stato bloccato nell’androne del palazzo dove risiede.

Sequestro di droga e materiale per il confezionamento

Durante la perquisizione, sono state trovate 121 dosi di marijuana, per un peso totale di 524 grammi, un bilancino di precisione e numerose bustine utilizzate per il confezionamento della droga. Sono stati inoltre sequestrati 35 euro, ritenuti provento del reato.

Arresto e attesa di giudizio

Adriano Urzini è attualmente in carcere in attesa di giudizio e dovrà rispondere all’accusa di detenzione di droga a fini di spaccio. La sua condanna potrebbe determinare una pena detentiva e l’obbligo di risarcire i danni causati dalla sua attività illegale.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Sequestrati carne, salsicce e insaccati freschi a Caserta: indagine in corso

Pubblicato

il

Sequestrati carne, salsicce e insaccati freschi a Caserta: indagine in corso

Nel Casertano sequestrati carne fresca e insaccati di vario tipo

Il Nucleo Carabinieri Forestale di Marcianise ha portato a termine un’operazione di sequestro in una macelleria del Casertano, dove sono stati rinvenuti carne fresca e insaccati di vario tipo. I militari hanno agito in seguito a segnalazioni giunte loro e hanno così individuato punti di vendita sospetti. Grazie all’intervento tempestivo delle forze dell’ordine, è stato possibile bloccare la vendita di prodotti di dubbia provenienza.

### Sequestro di carne fresca e insaccati

Durante le perquisizioni, i Carabinieri Forestali hanno messo sotto sequestro diverse quantità di carne fresca e insaccati, che verranno sottoposti ad ulteriori controlli per verificare la conformità alle normative vigenti in materia di sicurezza alimentare. Questo intervento dimostra l’impegno delle forze dell’ordine nel contrastare il commercio illegale di prodotti alimentari, tutelando la salute dei consumatori e garantendo il rispetto delle regole.

### Importanza della sicurezza alimentare

La sicurezza alimentare è un tema di fondamentale importanza, che riguarda la tutela della salute pubblica e il rispetto delle normative in materia di igiene e sicurezza. Il sequestro di carne fresca e insaccati in una macelleria del Casertano sottolinea l’importanza di controlli costanti e attività di vigilanza da parte delle autorità competenti. I consumatori devono poter fare affidamento su prodotti alimentari di qualità e tracciabili, per evitare rischi per la propria salute.

### Conclusioni

L’operazione di sequestro condotta dai Carabinieri Forestali nel Casertano testimonia la determinazione delle forze dell’ordine nel contrastare il commercio illegale di alimenti e nel tutelare la salute dei cittadini. È fondamentale che tutte le attività commerciali rispettino le normative in materia di sicurezza alimentare e che i controlli vengano effettuati con regolarità per garantire la qualità dei prodotti in vendita. Si auspica che interventi come questo possano sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di una corretta gestione e distribuzione degli alimenti, nell’ottica di salvaguardare la salute di tutti.

Fonte

Continua a leggere

Trending