Seguici sui Social

Cronaca

San Giovanni Teduccio: fermati con auto di lusso e pistola, arrestati

Pubblicato

il

San Giovanni Teduccio: fermati con auto di lusso e pistola, arrestati

Nella notte appena trascorsa, la Squadra Mobile di Napoli ha svolto operazioni di controllo in via Luigi Volpicella, nel quartiere di San Giovanni a Teduccio. Durante i controlli, sono stati individuati e fermati due individui a bordo di un’auto di lusso.

Durante un’attenta ispezione del veicolo, è stata rinvenuta una pistola semiautomatica con matricola abrasa e due cartucce calibro 7,65, nascoste tra i sedili posteriori. Questo reperto ha destato particolare preoccupazione nelle forze dell’ordine intervenute.

I due sospettati, entrambi napoletani di 26 e 29 anni con precedenti di polizia, sono stati arrestati con l’accusa di porto abusivo di armi e ricettazione. L’intervento tempestivo degli agenti ha contribuito a prevenire potenziali rischi e a garantire la sicurezza nella zona.

Fonte

Cronaca

Crollo ballatoio Vela Celeste Scampia: 1 morto, 7 feriti, 1 bimbo

Pubblicato

il

Crollo ballatoio Vela Celeste Scampia: 1 morto, 7 feriti, 1 bimbo

Una terribile tragedia si è consumata a Napoli nella serata di oggi presso la Vela Celeste di Scampia: il crollo di un ballatoio ha provocato la morte di una persona e il ferimento di altre sette, inclusi un bambino.

Il crollo e i primi soccorsi

Il drammatico incidente è avvenuto intorno alle ore 23:00, quando improvvisamente il ballatoio situato al terzo piano dell’edificio ha ceduto, trascinando con sé anche le strutture dei piani inferiori. Le persone presenti sul ballatoio sono state immediatamente soccorse dai vigili del fuoco e dal personale medico del 118, che ha provveduto a trasportare i feriti nei vari ospedali della città.

Il bilancio delle vittime

Purtroppo, una delle persone coinvolte nell’incidente non è sopravvissuta. Tra i sette feriti registrati, un bambino è stato ricoverato in gravi condizioni presso l’ospedale pediatrico Santobono, in codice rosso. Un altro ferito si trova in condizioni critiche.

Interventi in corso e indagini

Attualmente, i vigili del fuoco stanno ancora operando sul luogo del crollo per liberare l’area dalle macerie e verificare che non vi siano altre persone intrappolate. La Polizia di Stato e la magistratura sono anch’esse presenti sul posto per avviare le indagini necessarie a determinare le cause esatte del cedimento strutturale.

Questa tragedia evidenzia ancora una volta l’urgenza di interventi di manutenzione nelle aree più trascurate della città, per prevenire simili catastrofi e garantire la sicurezza dei cittadini.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Crollo Vela Celeste a Scampia: 1 morto, 2 feriti gravi

Pubblicato

il

Crollo Vela Celeste a Scampia: 1 morto, 2 feriti gravi

La Vela Celeste di Scampia: Crollo del Ballatoio, Persone Intrappolate sotto le Macerie

Un evento drammatico ha scosso il quartiere di Scampia a Napoli: il ballatoio della nota Vela Celeste è crollato, lasciando diverse persone intrappolate sotto le macerie. Immediatamente, il luogo è stato invaso da ambulanze, vigili del fuoco e forze dell’ordine, pronti a soccorrere i feriti e mettere in sicurezza l’area.

L’Incidente nella Vela Celeste

Un cedimento strutturale ha causato il crollo del ballatoio della Vela Celeste, una delle iconiche strutture del quartiere di Scampia. Questo disastro ha messo in evidenza gravi problemi legati alla manutenzione e alla sicurezza degli edifici storici della zona. Diversi residenti sono stati coinvolti nell’accaduto, e le operazioni di soccorso sono tuttora in corso.

Soccorsi sul Posto

Sul luogo dell’incidente sono arrivate rapidamente numerose ambulanze, unità dei vigili del fuoco e forze dell’ordine. I soccorritori stanno lavorando incessantemente per individuare, aiutare e salvare le persone rimaste intrappolate sotto le macerie. L’area è stata immediatamente isolata per permettere alle squadre di emergenza di operare in sicurezza.

Implicazioni e Provvedimenti Futuri

Questo tragico avvenimento solleva questioni urgenti riguardo la sicurezza degli edifici e la necessità di interventi strutturali tempestivi. Le autorità locali stanno già avviando indagini per comprendere le cause del crollo e per definire i provvedimenti necessari a prevenire futuri incidenti simili.

Per ulteriori dettagli e aggiornamenti su questa notizia, si invita a visitare il link seguente: Continua a leggere

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Napoli: sequestrata bancarella di Mucella, annuncia battaglia su TikTok

Pubblicato

il

Napoli: sequestrata bancarella di Mucella, annuncia battaglia su TikTok




Napoli: Sequestrato il Furgoncino Bancarella di Mucella, Lei Annuncia Battaglia su Tik Tok

Il sequestro della bancarella di Giusy Mucella, nota come “La regina delle spighe”, nei Quartieri Spagnoli di Napoli ha scatenato un’ondata di reazioni sui social. L’episodio ha generato una polemica che ha visto la venditrice di spighe annunciare una battaglia contro chi ha sollecitato l’intervento delle autorità.

L’Intervento delle Autorità

La polizia municipale di Napoli è intervenuta sequestrando il furgoncino bancarella di Giusy Mucella. Il motivo principale del sequestro è legato alla mancanza di permessi per svolgere la sua attività. Conosciuta sui social media come “La regina delle spighe”, Mucella non era presente a Napoli al momento del sequestro e ha reagito con una diretta su Tik Tok.

La Reazione sui Social Media

L’annuncio del sequestro ha generato numerosi commenti e manifestazioni di solidarietà sui social. Nonostante molti, compresa Mucella stessa, fossero consapevoli della natura abusiva dell’attività, l’episodio ha comunque riscosso molto sostegno.

Il Supporto di Rita De Crescenzo

Il supporto per Mucella è arrivato anche da Milano, dove si trovava in compagnia della sua amica Rita De Crescenzo per un evento in un locale. De Crescenzo ha espresso solidarietà alla venditrice di spighe, offrendo un nuovo carretto direttamente dalla Lombardia.

Richiesta di Permessi da Rita De Crescenzo

In serata, Rita De Crescenzo ha fatto appello affinché Mucella ottenga i permessi necessari per poter continuare la sua attività. Nel suo appello, De Crescenzo ha dichiarato: “Perché di questo campa”, sottolineando che, sebbene l’attività fosse abusiva, esistono molte altre situazioni simili.

Leggi di più su Rita De Crescenzo

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Delfini Avvistati al Largo di Ischia: Un Evento Incredibile

Pubblicato

il

Delfini Avvistati al Largo di Ischia: Un Evento Incredibile

Avvistamento Straordinario di Oltre 200 Delfini al Largo di Ischia

Il 15 luglio scorso è avvenuto un evento naturalistico eccezionale nei pressi delle coste italiane: un gruppo di oltre 200 delfini è stato avvistato al largo di Ischia. Questo incontro spettacolare, che ha coinvolto delfini della specie *Stenella coeruleoalba* (conosciuta come Stenella striata), è stato immortalato dall’equipaggio dello Jean Gab, il veliero dell’Associazione Oceanomare Delphis Onlus.

L’Evento

Durante una missione quotidiana di monitoraggio delle aree marine protette di Ischia e Ventotene, lo Jean Gab ha incontrato un grande gruppo di delfini. A metà strada tra le due isole, i delfini si sono avvicinati al veliero, provenendo da poppa, e hanno poi superato l’imbarcazione con un’andatura nota come “porpoising”. Questa tecnica di nuoto consente ai delfini di ridurre la resistenza dell’acqua, saltando sulla superficie per aumentare la velocità.

Un Momento Magico

La vista di oltre 200 delfini che nuotano insieme è un evento raro e straordinario, sottolineando la ricchezza e la vitalità dell’ecosistema marino mediterraneo. Il comportamento dei delfini, che sembravano quasi giocare con l’imbarcazione, ha regalato all’equipaggio uno spettacolo indimenticabile.

La Popolazione di Stenella coeruleoalba

La Stenella coeruleoalba è una specie ampiamente rappresentata nel Mediterraneo, con una popolazione stimata di circa 750 mila esemplari. Questi delfini sono noti per la loro vivacità e abilità nel nuoto acrobatico, spesso avvistati in gruppi numerosi che possono raggiungere centinaia di individui.

Il Ruolo dell’Associazione Oceanomare Delphis Onlus

L’Associazione Oceanomare Delphis Onlus riveste un ruolo cruciale nella protezione e nello studio dei mammiferi marini del Mediterraneo. Attraverso missioni come quella dello Jean Gab, l’associazione raccoglie dati preziosi su abitudini, movimenti e stato di salute delle popolazioni di delfini, contribuendo significativamente alla conservazione di queste affascinanti creature.

Importanza della Conservazione

Avvistamenti come quello del 15 luglio sono fondamentali per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della conservazione degli ecosistemi marini. Proteggere l’habitat naturale dei delfini e di altre specie marine è essenziale per mantenere l’equilibrio ecologico del Mediterraneo e garantire che eventi spettacolari come questo possano continuare a verificarsi.

Conclusione

L’avvistamento di oltre 200 delfini al largo di Ischia è un potente richiamo alla bellezza e alla fragilità del nostro ambiente marino. Grazie agli sforzi dell’Associazione Oceanomare Delphis Onlus e alla dedizione di chi lavora per la protezione del mare, possiamo sperare in un futuro in cui questi magnifici mammiferi continueranno a prosperare nelle acque del Mediterraneo.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Confesercenti Napoli: “Dehors da risolvere, chi paga ha diritto”

Pubblicato

il

Confesercenti Napoli: “Dehors da risolvere, chi paga ha diritto”





Confesercenti Napoli: “Questione Dehors da risolvere. Chi paga ha diritto all’occupazione del suolo esterno”



Napoli. La questione dei dehors a Napoli richiede una soluzione rapida e definitiva. È fondamentale che gli imprenditori, che pagano regolarmente per l’occupazione del suolo pubblico, abbiano la possibilità di ospitare turisti in modo adeguato.

Le dichiarazioni di Vincenzo Schiavo

Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Napoli e Campania e vicepresidente Nazionale con delega al Mezzogiorno, sottolinea l’urgenza di risolvere la situazione. Attualmente, alcune attività commerciali possono occupare gli spazi esterni in modo appropriato, mentre altre sono costrette a trovare soluzioni improvvisate.

La posizione di Confesercenti

Secondo Schiavo, il riordino dei dehors deve avvenire rispettando gli interessi dei cittadini e garantendo, contemporaneamente, lo spazio esterno necessario per tutte le attività. Chi paga per l’occupazione del suolo pubblico deve avere il diritto di adeguare gli spazi esterni per accogliere clienti e turisti in modo soddisfacente.

Un’opportunità per la città

Quest’esigenza non deve essere vista dai residenti come un dispetto, ma piuttosto come un’opportunità di crescita per la città. Il turismo sta infatti portando ricchezza a Napoli, creando nuovi posti di lavoro e attirando investimenti significativi.

Collaborazione con l’assessore al Turismo

In collaborazione con l’assessore al Turismo Teresa Armato, Schiavo e il suo team stanno lavorando per trovare soluzioni rapide. Una possibile proposta è quella di installare dehors identici per tutte le attività, in modo da garantire anche il mantenimento del decoro urbano.




Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Fulmine causa incendio a Monte Sant’Angelo: veicoli e plastica in fiamme

Pubblicato

il

Fulmine causa incendio a Monte Sant’Angelo: veicoli e plastica in fiamme

Incendio a Monte Sant’Angelo: La Probabile Causa è un Fulmine Durante il Maltempo a Napoli

Un incendio di notevole portata ha colpito oggi l’area adiacente il complesso universitario di Monte Sant’Angelo, situato a Fuorigrotta, Napoli. Le prime ipotesi puntano a un fulmine come possibile causa del rogo, giustificato dal maltempo che ha investito la città nelle ultime ore.

La Dinamica dell’Incendio

L’incendio è scoppiato in un momento di pieno maltempo, caratterizzato da forti temporali e numerosi fulmini che si sono abbattuti su Napoli. Questo fattore climatico è considerato il principale indiziato all’origine del fuoco, che ha rapidamente coinvolto vari veicoli, materiale plastico e pneumatici presenti nell’area.

L’Intervento dei Vigili del Fuoco

I Vigili del Fuoco sono intervenuti prontamente per domare le fiamme, evitando che il rogo si propagasse ulteriormente e potesse causare danni più gravi al complesso universitario e alle strutture circonvicine. Grazie alla loro tempestività, i pompieri sono riusciti a mettere sotto controllo la situazione in un tempo relativamente breve, garantendo la sicurezza degli studenti e del personale universitario.

Conseguenze e Danni

Il fuoco ha provocato danni significativi, soprattutto ai veicoli parcheggiati nelle immediate vicinanze e al materiale plastico, amplificando l’impatto ambientale dell’incidente. Le autorità competenti stanno effettuando le prime valutazioni per capire l’entità esatta dei danni e stanno conducendo indagini sull’origine precisa dell’incendio.

Prevenzione e Sicurezza nei Complessi Universitari

Questo tragico evento sottolinea l’importanza di implementare misure preventive adeguate nei complessi universitari, soprattutto nelle zone soggette a condizioni meteorologiche estreme. Un miglioramento delle infrastrutture e un sistema di allarme più efficiente potrebbero prevenire future emergenze di questo tipo.

Per ulteriori approfondimenti sull’incidente di Monte Sant’Angelo, leggi l’articolo completo su fanpage.it.


Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Scampia: Polizia arresta 31enne con droga in blitz

Pubblicato

il

Scampia: Polizia arresta 31enne con droga in blitz

Scampia: Blitz della Polizia Porta all’Arresto di un 31enne per Droga

Dettagli del Blitz

Un uomo di 31 anni originario della provincia di Caserta è stato arrestato nella serata di ieri dagli agenti del Commissariato di Scampia per detenzione illecita di sostanze stupefacenti ed evasione.

La Sorpresa in Via Arcangelo Ghisleri

L’uomo, già soggetto agli arresti domiciliari per reati legati alla droga, è stato intercettato in via Arcangelo Ghisleri mentre era impegnato in un’attività di spaccio. Gli agenti lo hanno sorpreso mentre cedeva sostanze stupefacenti a diversi individui in cambio di denaro.

Il Sequestro e il Successivo Arresto

In seguito a un rapido intervento, le forze dell’ordine hanno bloccato il 31enne e, durante la perquisizione, hanno trovato nel suo borsello 22 involucri di cocaina, pesanti in totale circa 19 grammi, insieme a 30 involucri di eroina per un peso complessivo di circa 30 grammi. Inoltre, sono stati rinvenuti 727 euro in contanti, considerati il provento dell’attività illecita.

Conclusione e Conseguenze

Dopo l’arresto, l’individuo è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Napoli-Poggioreale, dove si trova attualmente detenuto in attesa di ulteriori provvedimenti.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Borgo Marinari: multe per spazio occupato e ristorante rumoroso

Pubblicato

il

Borgo Marinari: multe per spazio occupato e ristorante rumoroso







Napoli: Controlli della Polizia Municipale al Borgo Marinari e al Centro Storico

Napoli: Controlli della Polizia Municipale al Borgo Marinari e al Centro Storico

Recenti operazioni della Polizia Municipale di Napoli hanno portato a sanzionare due attività commerciali al Borgo Marinari, situato sul Lungomare, a causa di violazioni regolamentari. Nel medesimo intervento, sono state effettuate verifiche anche nel centro storico e nel quartiere di Fuorigrotta, confermando l’impegno costante delle forze dell’ordine a garantire il rispetto delle normative.

Sanzioni per eccessiva occupazione di spazio pubblico

Una delle attività sanzionate al Borgo Marinari è stata rilevata per aver occupato eccessivamente lo spazio stradale pubblico. Questo tipo di infrazione non soltanto ostacola la circolazione pedonale ma viola anche le norme comunali sulla gestione degli spazi aperti al pubblico.

Multe per rumore eccessivo

La secondo attività nel mirino della Polizia Municipale è stata punita per il disturbo della quiete pubblica a causa di rumori eccessivi. Il comune di Napoli è noto per la sua vivace vita notturna, ma ci sono regole stringenti in vigore per bilanciare l’intrattenimento con il diritto dei residenti alla tranquillità.

Controlli estesi anche ad altre zone della città

Oltre al Borgo Marinari, le operazioni della polizia hanno preso di mira anche il centro storico e Fuorigrotta. Queste aree, particolarmente frequentate da turisti e locali, sono state soggette a verifiche per garantire il rispetto delle norme urbanistiche e di comportamento pubblico.

Continua a leggere



Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Controlli al parco Verde di Caivano: identificate 105 persone

Pubblicato

il

Controlli al parco Verde di Caivano: identificate 105 persone

Controlli nel Parco Verde di Caivano: Identificate 105 persone

Negli ultimi giorni, gli agenti del Commissariato di Afragola, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno condotto un’operazione straordinaria di controllo nel Parco Verde di Caivano.

Ispezioni e Risultati

Durante l’operazione, sono state identificate un totale di 105 persone. Oltre a questo, gli agenti hanno esaminato 55 veicoli, con uno di questi che è stato sottoposto a fermo amministrativo. È stata inoltre rilevata e contestata una violazione del Codice della Strada.

Collaborazione e Prevenzione

L’iniziativa si è rivelata un’azione congiunta tra diverse forze dell’ordine, mirata a garantire la sicurezza e la tranquillità all’interno di questa area sensibile. La collaborazione tra il Commissariato di Afragola e il Reparto Prevenzione Crimine Campania dimostra l’importanza di un lavoro di squadra per mantenere l’ordine pubblico.

Importanza del Controllo del Territorio

Operazioni come queste non sono solo essenziali per il mantenimento della sicurezza pubblica, ma anche per prevenire attività illecite e ridurre la percezione di insicurezza tra i cittadini. Il controllo capillare del territorio permette di individuare tempestivamente eventuali irregolarità e comportamenti sospetti.

Il Parco Verde di Caivano Sotto i Riflettori

Il Parco Verde di Caivano è spesso al centro delle operazioni delle forze dell’ordine a causa della sua complessità legata a questioni di sicurezza. Operazioni straordinarie come quella appena eseguita sono fondamentali per ristabilire la legalità e la fiducia dei residenti nell’autorità.

Conclusioni

L’intensa attività di controllo condotta recentemente nel Parco Verde di Caivano è un chiaro esempio di quanto sia cruciale la presenza costante delle forze dell’ordine per garantire la sicurezza e il rispetto delle leggi. Grazie alla collaborazione tra il Commissariato di Afragola e il Reparto Prevenzione Crimine Campania, è possibile ottenere risultati significativi nella lotta contro l’illegalità.

Condivisione dell’articolo e commenti sono benvenuti per continuare a sensibilizzare sull’importanza della sicurezza e della prevenzione nei nostri quartieri.

Fonte

Continua a leggere

Cronaca

Napoli, arrestato pericoloso ladro georgiano in hotel centro storico

Pubblicato

il

Scampia: Polizia arresta 31enne con droga in blitz

Napoli: Arrestato Ladro Georgiano Ricercato in Albergo del Centro Storico

Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato hanno arrestato un pericoloso ladro georgiano in un albergo situato nel centro storico di Napoli, in seguito a una segnalazione ricevuta che ha attivato un allerta alloggiati.

Intervento della Polizia in Struttura Ricettiva

Gli agenti, giunti tempestivamente sul luogo, hanno immediatamente verificato che nella struttura ricettiva si trovava un uomo di 36 anni, di nazionalità georgiana. Le autorità tedesche avevano emesso un mandato di arresto internazionale nei suoi confronti lo scorso 13 maggio, in relazione a un furto in abitazione compiuto a Berlino nel marzo 2023.

Arresto Provisorio per la Consegna

Confermato il mandato di arresto, i poliziotti hanno proceduto con l’arresto provvisorio del 36enne georgiano, in attesa della sua consegna alle autorità tedesche. Questo arresto evidenzia l’efficacia e la prontezza delle forze dell’ordine italiane nel gestire situazioni di criminalità internazionale, garantendo al tempo stesso la sicurezza dei cittadini.

Fonte

Continua a leggere

Trending